Race for the Cure, una domenica di corsa



Race for the Cure, una domenica di corsa. L’evento simbolo della Susan G. Komen Italia, è una mini-maratona di raccolta fondi, della lunghezza di 5 km (con passeggiata di 2km) che si propone di esprimere solidarietà alle donne che si confrontano con iltumore del seno e di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione, è stata un successo di pubblico battendo tutti i record tanto di numero di partecipanti quanto di euro raccolti. The Race for the cure è una manifestazione aperta a tutti, che ha la capacità di coniugare al meglio sport, divertimento, emozioni ed impegno sociale. Caratteristica principale dell’evento è la presenza delle “Donne in Rosa”, donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che, per dimostrare l’atteggiamento positivo con cui si confrontano con la malattia, scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa. Tra i presenti, insieme alle madrine Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi, c’erano il Presidente della Komen Italia Riccardo Masetti, il Sindaco di Roma Ignazio Marino, il Ministro della Salute, l’Ambasciatore degli Stati Uniti John Phillips e tante altre personalità che hanno voluto mancare alla 15° edizione della “Race for the Cure”. Tra i 60.000 partecipanti, erano più di 5.000 le “Donne in Rosa”. Con i fondi raccolti, la Komen Italia darà avvio a nuovi progetti di educazione, prevenzione e cura del tumore del seno, che si andranno ad aggiungere ai 245 già realizzati grazie alle precedenti edizioni di Roma, Bari e Bologna con finanziamenti complessivi di oltre 2.150.000 euro raccolti. La Grazie alle Race svolte a Roma, Bari e Bologna nel 2013, quest’anno la Komen Italia ha realizzato progetti propri ed avviato 22 nuovi progetti di altrettante associazioni in 9 regioni italiane. Oltre la race, celebrata domenica mattina, venerdì si inaugurava il Villaggio della salute che è stato aperto da venerdì a sabato durante tutta giornata con lo scopo di offrire gratuitamente prestazioni specialistiche per la diagnosi precoce dei tumori al seno, e non solo. Non mancarono le esibizioni di zumba e step coreografico, o i laboratori di sana alimentazione. Spero di vedere tutti alla 16° edizione!